TESTO A CURA DI LUCA FACCENDA

 

MISS ALESSIA

Scogli ricoperti di coralli e foreste di alghe verdeggianti che fluttuano al mutare delle correnti o mosse dalla coda delle Sirene; bolle d'aria s'insinuano giù fin nello spazio profondo e scuro per riemergere sempre verso l'alto in bianche schiume e flutti ... anelito di vita, di nuova nascita e creatività, di tutto può succedere e così accadrà. Infiniti percorsi di terra, d'aria o di acqua si muovono dall'animo immortale verso infinite mete, dritti filati, al di sopra della volontà e della coscienza, sordi ai banali richiami del mercato e del consenso e giungono in porto quando gli pare, indifferenti ai plagi, ai contagi e alle apparenze.

Uno dei molteplici percorsi di Angelucci passa oggi di qui con il suo bagaglio solo apparentemente lieve, invece perfettamente consapevole, della gravità del segno - il disegno - orizzontale e del volume, massa sublime e leggera nonostante le rotondità e la materia con cui vengono rese: la terra. Queste figure colorate e in posa attendono dall'inizio del percorso artistico della nostra scultrice la benevolenza di uno sguardo: un segno che ne attesti la meritata esistenza. Queste Avatar colorate e nude sfidano la loro massa corporea e, come le bolle d'aria, si dirigono in alto, io non so dove, ma ne conosco la direzione e, ormai da tempo, la stazione di partenza. L'artista ci racconta in questo modo la sua vita senza porre limiti all'immaginazione e con tatto e leggerezza ci mostra attraverso queste sue pietre miliari da dove viene, dove si trova adesso e verso quale polo è diretta ... Ecco che grandi tonni azzurri a caccia di prede rincorrono banchi di pesci argentati e multiformi increspando con le loro pinne fiere la superficie. In tanta agitazione i colon liquefatti si sciolgono e luccicano dando all'osservatore una sensazione di armonia e di pace anche di fronte a temi assoluti come la Passione, la Maternità, l'immortalità dello spirito. Il sole riesce a farsi spazio anche nel blu più scuro e mette in luce sentimenti profondi e archetipi primordiali immutati da sempre. I suoi raggi rassicuranti e tiepidi anche sott'acqua, illuminano tutti gli Dei del Mare che si palesano a tratti, soddisfatti e compiaciuti di fronte alle proporzioni della bellezza: il freddo delle profondità si attenua, l'ansia viene dimenticata cosi come l'apnea e Miss Alessia sorride ...

Luca Faccenda

 

 

OPERE:

 

 

VERNICE MOSTRA: